Utilizzo degli integratori

La maggior parte degli integratori sono prodotti sicuri, commercializzati solo dopo la notifica al Ministero della salute e controllati. I rischi nel loro impiego sono legati ad una quantità eccessiva o sbagliata; in realtà non è documentata una grande efficacia. Sarebbe meglio avere un’alimentazione sana e varia e non ricorrere all’uso di questi prodotti. In America, proprio di recente, si è visto che alcuni supplementi dietetici per perdere peso e integratori che vantavano potenziamento dell’attività sessuale contenevano sostanze farmacologicamente attive. In Italia siamo sicuri che la qualità sia molto buona e il rischio è basso, ma anche qui, in passato, abbiamo trovato qualche integratore con componenti che non avrebbero dovuto esserci. Quindi fatene un uso equilibrato e sopratutto consigliatevi con il vostro medico.

Farmaci anticipati dal farmacista

La legge proibisce al farmacista di anticipare farmaci senza ricetta medica. Pertanto si avvertono i sigg. pazienti che non saranno rilasciate ricette per farmaci anticipati dalle farmacie e non concordati preventivamente con il medico. Si prega di non insistere.
Questo riguarda anche e soprattutto gli antibiotici per il rischio di resistenza indotta che ci espone a gravissime conseguneze.

“Almeno 700 mila morti l’anno, tra cui 230 mila vittime della Tbc multiresistente; sempre più malattie comuni come infezioni respiratorie, urinarie, sessualmente trasmesse, che diventano incurabili.. sono da imputare .. all’antibiotico-resistenza incontrollata .. minaccia letale sul fronte salute ma anche impatto economico “catastrofico” per le spese di assistenza che ne possono derivare.

Per questo è necessario istituire sistemi regolatori più rigorosi e sostenere programmi di sensibilizzazione per un uso responsabile e prudente degli antimicrobici da parte dei professionisti della salute umana, animale e vegetale; investire in ricerca ambiziosa e nello sviluppo di nuove tecnologie per combattere la resistenza antimicrobica; eliminare urgentemente l’uso di antimicrobici d’importanza cruciale come promotori della crescita in agricoltura.
(AdnKronos Salute, aprile 2019)

campagne di prevenzione oncologica

L’Azienda Sanitaria Provinciale di Catania ha comunicato che nel 2018 l’adesione alle campagne di prevenzione dei tumori è rimasta contenuta tra il 10% e il 40% per lo screening della mammella, della cervice uterina e del colon retto, percentuali ancora troppo contenute per essere efficaci a modificare la storia del tumore.

Vi ricordo che non è possibile migliorare la sopravvivenza dai tumori se non si effettua una diagnosi precoce, quindi senza sottoporsi agli screening periodici offerti dal Sistema Sanitario.

Il tuo medico ti invita ad aderire agli inviti che ti vengono trasmessi per la mammella, l’Utero e il colon. Parlane con ti tuo medico o chiama il numero verde: 800894007.